Dal 26 Settembre 2015 sono entrate ufficialmente in vigore le nuove direttive ErP (anche nota come Ecodesign) e ELD introdotte dalla Commissione europea in materia di efficienza energetica ed etichette sui consumi: le misure sono volte a garantire un maggiore risparmio energetico e dunque una riduzione delle spese per le famiglie, ma contribuiranno anche a combattere i cambiamenti climatici per far fronte ad una sempre più impellente emergenza ambientale.

Entriamo più nel dettaglio per vedere cosa cambia con questa nuova normativa per i nostri attuali e potenziali clienti.

etichetta_energetica_vaillantDirettiva ErP (Energy Related Products)/Ecodesign
La nuova direttiva stabilisce l’obbligo di requisiti minimi di efficienza e limiti di emissione per apparecchi per riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria. In particolare si rivolge a due categorie di prodotti:

gli apparecchi per il riscaldamento ambienti (elettrici, a gas, gasolio, caldaie combinate, cogeneratori e pompe di calore) fino a 400 kW

gli apparecchi per la produzione di acqua calda sanitaria (elettrici, a gas, gasolio, pompe di calore, impianti solari) fino a 400 kW e bollitori fino a 2000 litri.

Oltre alla direttiva ErP, gli stessi apparecchi fino a 70 kW e gli accumulatori di acqua calda fino a 500 litri sono inoltre soggetti ad un’etichettatura energetica obbligatoria, che deve recare l’indicazione della classe energetica. Questa direttiva si chiama ELD.

Questa etichetta, come è possibile vedere nell’immagine qui sopra, riporterà il nome del produttore, la classe di efficienza energetica del prodotto, le emissioni sonore e la potenza nominale della caldaia. La classe di efficienza energetica è come quella presente su altri prodotti ed elettrodomestici: va da A++ (efficiente) a G (poco efficiente).

Perchè questa novità?
Con questa novità si estendono le normative e i requisiti già presenti per gli altri prodotti anche ai prodotti legati al riscaldamento e alla climatizzazione, in modo da venire incontro alle nuove esigenze di riduzioni di emissioni inquinanti e sonore, e di riduzione dei consumi energetici. Con queste nuove direttive verrà messo uno stop alla produzione di determinati tipi di caldaie tradizionali, che scompariranno dal mercato una volta terminato lo stock nei magazzini. L’unica eccezione riguarda le caldaie non a condensazione a camera aperta, le quali potranno continuare ad essere prodotte ed installate qualora non si possa utilizzare una caldaia a condensazione in edifici multifamiliari con canna fumaria collettiva.

Ho una caldaia Vaillant, questa nuova normativa mi cambia qualcosa?
No, queste due direttive valgono per i prodotti che verranno messi sul mercato a partire dal 26 Settembre 2015.

COG Srl è come sempre al vostro servizio per fornirvi tutta l’assistenza necessaria in relazione a queste novità: i nostri tecnici potranno infatti eventualmente aiutarvi nella lettura e nella comprensione dell’etichetta energetica, oltre a consigliarvi nella scelta del prodotto che meglio soddisfa le esigenze energetiche del vostro edificio.

Per qualsiasi necessità contattaci via e-mail a info@cogsrl.it o telefonicamente ai numeri 011.3160470 (Torino e zone limitrofe)011.9365946 (Val susa e Valsangone).

Share Button